< Torna all'indice dei contenuti

Bonarda

Origine e Diffusione: La Bonarda è un vino strettamente legato all’Oltrepò Pavese in Lombardia, ma ha trovato spazio anche nel Piacentino e persino nella lontana Argentina. In Piemonte, invece, si produce una variante chiamata “Bonarda Piemonte”, spesso utilizzando l’uva Rara.

Descrizione Sensoriale:

Colore: Rosso rubino intenso.
Profumo: Fruttato dolce, occasionalmente con note di pepe nero.
Gusto: Da secco ad amabile, leggermente tanninico con un carattere vivace o frizzante. Un vino equilibrato e complesso.

Qualità e Costo: Nonostante sia possibile trovare vini Bonarda a prezzi accessibili, è essenziale saper riconoscere la qualità. La chiave? Utilizzare uva croatina coltivata con cura, rispettando i tempi di maturazione e non cedendo alla tentazione di eccessiva produttività.

Abbinamenti Gastronomici: è l’accompagnamento perfetto per torte salate, ravioli di carne, salumi e carni bianche. In particolare, è celebre l’abbinamento con il salame di Varzi e il risotto alla Bonarda.

Storia e Tradizione: Il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese, a partire dal 2004, si dedica alla valorizzazione e tutela del Bonarda, garantendo la sua autenticità e qualità. La sua storia risale alla fine dell’800, e nelle zone di Rovescala e San Damiano al Colle, si tramandano da generazioni metodi di produzione unici.

Condividi su